venerdì 20 novembre 2009

In vendita cervello e sangue di Mussolini

Pezzi rubati finiscono su E-bay

Sangue e cervello di Benito Mussolini sono stati messi in vendita su E-bay. Lo ha reso noto, alla conferenza nazionale sull'infanzia, la nipote del Duce, Alessandra Mussolini, che al termine del suo intervento ha annunciato che in mattinata denuncerà il fatto ai carabinieri.

Il materiale appartenuto a Benito Mussolini, ha precisato la nipote, parlamentare del Pdl, era conservato al Policlinico di Milano "e da lì è stato preso".

I frammenti del cervello e campioni di sangue erano stati custoditi a partire dal giorno successivo ai fatti di piazzale Loreto. Nelle ore successive alla drammatica esposizione del cadavere di Mussolini in piazza, il corpo venne portato in ospedale per l'autopsia.

"E' una cosa molto grave sono cose da cui bisogna difendersi".

E subito la nipote del Duce ha diramato un comunicato ufficale per cercare di bloccare la vendita sul noto portale di acquisti online: "Questa mattina Alessandra Mussolini appena ricevuta la notizia della vendita su e-bay corredata da fotografie di frammenti di cervello e sangue di Benito Mussolini provenienti da materiale autoptico del Policlinico di Milano, ha immediatamente sporto denuncia presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli per risalire alle responsabilita' del trafugamento e bloccare questo grave atto".

"Contemporaneamente della vergognosa vicenda ho immediatamente informato il dottor Vulpiani della polizia delle comunicazioni che si occupa dei crimini informatici", aggiunge la parlamentare.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento